Cremonesi (IFI) sullo smaltimento moduli, “La proroga di 3 mesi è uno schiaffo all’industria nazionale”

Il Comitato IFI contesta duramente l’ulteriore proroga di tre mesi concessa a fine dicembre per conformarsi alle disposizioni del IV° e V° Conto Energia sullo smaltimento dei moduli a fine vita. La proroga sposta al 31 marzo la data di conclusione del periodo transitorio durante il quale i Consorzi non ancora in possesso di tutti i requisiti possono produrre un’attestazione di “possesso parziale dei requisiti”. Questa decisione viene infatti giudicata penalizzante per chi aveva già investito per ottemperare alle specifiche prescrizioni  nei tempi e nei modi dettati dalla normativa.“Il blitz è arrivato a poche ore dalla chiusura natalizia” si legge in una nota di IFI, “forse con l’intento di dare il minimo rilievo alla notizia dell’extra-proroga di tre mesi (31 marzo 2013) rispetto al termine del periodo transitorio (31 dicembre 2012) indicato ai consorzi di smaltimento dei moduli fotovoltaici per assolvere ai requisiti indicati nei DM 5 maggio 2011, DM 5 luglio 2012 e relative Regole Applicative”.

 

Leggi tutto...